Bacche di Goji: benefici e come coltivarle in casa

goji_Lycium_barbarum
La bacche di Goji sono i frutti di due diversi generi di piante, il Lycium barbarum ed ilLycium chinese, tutte e due appartengono alla famiglia delle solanacee, di cui fanno anche parte frutti come pomodori e tuberi come le patate.
Le bacche di Goji nascono e crescono spontaneamente in Tibet, Cina, Mongolia e sull’Hymalaia. Recentemente sono state importate in Occidente, seguite dalla fama di frutti benefici per la salute, ed anche qui da noi è iniziata la coltivazione.
I benefici delle bacche di Goji
Le bacche presentano sono ovali e sono abbastanza piccole. Di colore rosso o arancione scuro, vegono considerate in medicina tradizionale cinese come un vero e proprio elisir di lunga vita, capace di mantenere in ottime condizione la nostra salute per molti anni.
Chiamate in Oriente come il frutto della vita e della longevità. Per gli orientali, coloro che bevevano acqua attinta da un pozzo nel quale erano cadute delle bacche di Goji ottenevano in dono una fama di persona sempre giovane e ricca di vitalità. Dare le premesse positive, la scienza ha iniziato a studiare i benefici delle bacche della salute.

Questi minuscoli frutti si riconoscono per la grande capacità di antiossidante naturale, che li rendono un importante elemento per contrastare i radicali liberi, con beneficio sia per i tessuti dell’organismo che per prevenire alcuni tumori della pelle, in base ad uno studio universtario Australiano. Gli esperti hanno scoperto e sono riusciti ad individuare la capacità di rallentare il decorso del cancro della pelle, rallentando il moltiplicarsi delle cellule malate.

Alle bacche di Goji vengono assegnate alcune proprietà anti-infiammatorie. Sono infatti ricche di vitamine e di sali minerali, oltre che di acidi grassi essenziali e di componenti considerati benefici in particolar modo per la salute degli occhi, come il betacarotene, la luteina e la zeaxantina.
L’elemento che stupisce è soprattutto il contenuto di vitamina C, che sembra maggiore di 500 volte a quello delle arance. In Tibet e la Cina queste bacche vengono chiamate”diamanti rossi” per il loro potere energetico e curativo.
Goji-fiore
Continuiamo la lista di pregi che queste bacche hanno in favore del nostro corpo, come il metabolismo, e se utilizzate in un dieta aiutano anche a dimagrire, oltre che aiutare la vista.

Come coltivare le bacche di Goji

Le bacche si possono acquistare già pronte per il consumo, oppure si possono acquistare i semi, online e nei negozi di prodotti naturali, delle bacche di Goji da utilizzare per la preparazione di tisane, frullati, marmellate e macedonie.

Se volete conltivarle, la semina delle bacche di Goji deve essere fatta in primavera, anche se la pianta resiste anche a temperature decisamente inferiori allo zero. Si può anche scegliere di utilizzare un sistema indoor per poterr piantare i semi d’inverno.
Le piante innvece, devono essere necessariamente travasate in un altro vaso più grande di quello di quando vengono acquistate, tenendo in mente alcune precauzioni, come le radici della pianta che devono essere umide e, in caso contrario, immergendole brevemente in un secchio contenente acqua tiepida. Solo a questo punto la pianta potrà essere trasferita.
Annaffiare subito dopo aver terminato il trapianto. In vaso, si consiglia di utilizzare uno strato di palline di argilla espansa, per favorire la creazione di un terreno umido senza ristagni nel sottovaso che sono particolarmente sconsigliati.
goji berruies
La pianta della bacca di Goji preferisce un terreno sabbioso e ben drenato ed esposto al sole. A fine estate si completa la maturazione dei frutto che si preparano per la raccolta, la fioritura della pianta avviene tra i mesi di maggio e di luglio.

Ricordiamo che queste piante possono anche crescere in balcone, non per forza dovete tenerele in giardino, importante è che ci sia abbastanza sole.